BRINDISI-FOGGIA 1-1

BRINDISI-FOGGIA 1-1

L’INCORNATA DI IADARESTA NON BASTA, IL DERBY TERMINA CON UNA “X”

BRINDISI-FOGGIA 1-1 racconto del match:

Il reparto difensivo di inizio gara è rivoluzionato, sorprendenti le scelte di Corda per l’undici iniziale; in difesa ci sono Salvi, Gentile e Di Jenno: nonostante ciò il Foggia approccia bene alla gara e mantiene bene gli equilibri tra i vari reparti.

Nei primi 20’ gli ospiti sono più energici nei contrasti rispetto ai loro avversari, che però non consentono un’uscita fluida della palla, contrastando con un pressing incisivo.

Al 28’ arriva la prima vera chance della partita con Tortori, che liscia da buona posizione dopo un’ottima sponda aerea di Iadaresta.

L’ultima parte della prima frazione di gioco scorre senza particolari occasioni per entrambe le squadre, ma al 44’ l’arbitro si rende protagonista di una svista abbastanza clamorosa in sfavore dei rossoneri, non ritenendo di dover espellere Corbier, intervenuto in maniera scomposta su Russo e già ammonito in precedenza.

Il primo tempo di questo Brindisi-Foggia si conclude dopo 2’ di recupero.

La ripresa parte in modo veemente; al 48’ Fumagalli dimostra grande scelta di tempo, anticipando un avversario con un tackle al limite dell’area di rigore, senza commettere fallo e conquistando il possesso della sfera.

Al 50’ i biancazzurri sono ancora pericolosi con Tourè che, pronto per calciare a rete, viene ostacolato da un’egregia chiusura in diagonale di Kourfalidis.

Il Foggia sembra mostrare i primi scricchiolii difensivi ma, pochi minuti più tardi, riesce a sbloccare la gara con Iadaresta al 56’: dopo un corner preciso di Gerbaudo, il bomber ex Latina, realizza un gran colpo di testa e fredda l’impotente Lacirignola.

I dauni controllano il risultato senza doversi affannare più di tanto, ma i padroni di casa al 70’ pervengono ugualmente al pari con D’Ancora, lesto a sfruttare una palla vagante all’interno dell’area di rigore e a calciare imparabilmente con il mancino di collo esterno alla destra dell’incolpevole Fumagalli.

Il resto della gara non è caratterizzato da occasioni salienti di rilievo per le due squadre e, al 97’, l’arbitro fischia la fine della contesa, il risultato finale è  BRINDISI-FOGGIA 1-1. Brindisi-Foggia termina, come sette anni fa, per 1-1.

La partita è stata ben giocata dal Foggia, si è visto qualcosa in più rispetto alla settimana scorsa, nonostante le varie defezioni del reparto arretrato.

Questo pareggio, per come si era messa la partita, lascia un pizzico di rammarico perché, i ragazzi di Corda, nonostante non si giocasse in un campo in perfette condizioni, si sono imposti bene ed hanno gestito ottimamente il vantaggio, anche se è mancata un po’ di malizia in occasione del gol subito.

Va evidenziato però che dopo tre scontri diretti molto ardui, di cui due in trasferta, i rossoneri sono riusciti a strappare sette punti su nove disponibili, un bottino difficilmente pronosticabile alla vigilia di queste tre sfide.

La classifica è meno lusinghiera della settimana scorsa, con i rossoneri che sono stati sorpassati dal sorprendente Fasano, e sono in seconda posizione, ma ciò deve preoccupare poco, essendo ad inizio campionato.

Ciò che invece preoccupa i tifosi foggiani è la cospicua emergenza in difesa, l’auspicio di tutti è che, nelle prossime settimane, possano essere recuperati alcuni calciatori ad oggi indisponibili, tra cui lo squalificato Anelli, per il quale la società dauna presenterà ricorso nella speranza di vedere ridotta la sua squalifica.

Un altro piccolo nodo da risolvere è la stentatezza nell’ arrivare a concludere con frequenza in porta, un problema al quale Corda dovrà ovviare al più presto.

La certezza, anche questa domenica, è stata la difesa, che ha sofferto in rarissimi frangenti e, nonostante le tante carenze in organico, non ha palesato grosse difficoltà.

L’ultima nota da rimarcare è la prestazione pressoché approssimativa del direttore di gara che ha graziato clamorosamente Corbier nel primo tempo e ha spesso preso decisioni apparse non corrette durante il match; in questo inizio di campionato sembra che il livello della classe arbitrale sia davvero basso: sarà così per tutta la stagione?

TABELLINO

Brindisi (4-3-3): Lacirignola; Corbier (68’ Sorrentino), Ianniciello, Fruci, Escu; D’Ancora, Marino, Masocco (58’ Zappacosta); Mosca (68’ Dario), Toure, Ancora. Allenatore: Olivieri.

Foggia: Fumagalli; Salvi, Gentile, Di Jenno (45’ Cadili); Kourfalidis, Staiano, Gerbaudo, Russo (54’ Viscomi), Campagna (54’ Cannas); Iadaresta, Tortori (69′ Cittadino). Allenatore: Cau.

Marcatori: 56′ Iadaresta (F), 70′ D’Ancora (B).

Ammoniti: Corbier (B), D’Ancora (B), Frusci (B), Fumagalli (F), Zappacosta (B), Toure (B), Viscomi (F).

RICORDATI CHE E’ APERTA LA RUBRICA “VOTA IL MIGLIORE IN CAMPO“, DOVE SEI TU A DECIDERE IL MIGLIORE IN CAMPO… TI ASPETTIAMO

Seguici su i nostri social FACEBOOK e INSTAGRAM

Se ti va commenta l’articolo e condividilo

BRINDISI-FOGGIA 1-1 a cura di Giuseppe Zingrillo 

Redazione Foggia True Love

WhatsApp chat
AllEscort